Autore

Brescia e Sport Management sono chiamate domani alla prova della verità: in palio l'accesso ai gironi degli ottavi di Champions League.

Certamente la favorita è la formazione di Gu Baldineti, che forte del risultato dell'andata (10-4), forte di giocare fra le mura amiche, non dovrebbe avere grossi problemi a passare il turno. Ma certamente i francesi del Team Strasbourg non dovranno essere presi sottogamba.
«Dall’approccio iniziale dipenderà tutto – spiega Gu Baldineti-. Domani noi dovremo essere bravi a partire subito forte e a non pensare solo al punteggio. I sei gol di margine della partita d’andata sono sicuramente un buon bottino per fare bene e per andare a misurarsi in questo girone di Coppa Campioni che è lì da prendere e che sarà sicuramente molto difficile. Sarebbe per noi la prima volta e per noi sarebbe un altro campionato, con trasferte lunghe e squadre molto forti da affrontare. L’unico problema è che con tutti questi impegni ravvicinati sarebbe poi più difficile potersi allenare e dovremmo abituarci anche a questo. Forse non era in preventivo pensare di poter raggiungere la fase a gironi, ma io sono contentissimo di quello che sta facendo la squadra e di come sta giocando, ripeto mi preoccupa un po’ pensare al fatto che ci sarà pochissimo riposo per i ragazzi tra campionato, Champions e le varie trasferte. Ovviamente sono una serie di problemi che saremmo ben contenti di poter affrontare per raggiungere un obiettivo così importante».

Trasferta in terra catalana per l'AN Brescia, che affronterà gli spagnoli del Terrassa a casa loro. Certamente il +4 rimendiato in gara uno a Mompiano fa ben sperare. Ma è altrettanto certo che la formazione spagnola è da prendere con le pinze: all'andata ha dato molto filo da torcere ai bresciani nei primi due tempi del match e domani venderà cara la pelle.
«La partita di domani – illustra Pietro Figlioli – è una tappa di indubbia importanza e, fin dalla prima palla al centro, dovremo avere il giusto approccio mentale, senza pensare alle quattro reti di vantaggio e concentrandoci al massimo su quello che abbiamo stabilito di fare. Dovremo giocare con intensità, senza fare calcoli, e questo anche per fare sempre più nostri gli atteggiamenti che servono a vincere. Troveremo un campo difficile, il Terrassa ha tanti tifosi che si fanno sentire e sarà una bella lotta: già l’altro ieri i catalani erano piuttosto carichi, non me l’aspettavo, in casa loro di certo ce la metteranno tutta. Comunque, sono queste le partite che fanno crescere e non vedo l’ora di scendere in acqua: è sempre bello giocare con tante motivazioni, in una piscina piena. Riguardo a noi, un po’ alla volta stiamo migliorando e certamente possiamo, e vogliamo, fare ben di più: il gruppo ha tanta qualità ed esperienza e ogni partita deve essere un trampolino per puntare sempre più in alto. Sono contento di essere a Brescia, all’interno della squadra e della società, il clima è ottimo, la città, poi, offre tante opportunità e, con la famiglia, mi trovo davvero bene».

Il programma di gara 2 del 3° turno di qualificazione

Game A - Vouliagmeni
Ore 17.00: Vouliagmeni NC (GRE) vs FTC Budapest (HUN)
Arbitri: Severo (ITA), Rakovic (SRB)

Game B - Herceg Novi
Ore 19.00:  Jadran Herceg Novi (MNE) vs Jadran Split (CRO)
Arbitri: Colombo (ITA), Koryzna (POL)

Game C - Busto Arsizio
Ore: 19.30  Sport Management vs Team Stasbourg (FRA)
Arbitri: Bender (GER), Radicevic (CRO)

Game D - Terrassa
Ore 21.00:  CN Terrassa (ESP) vs AN Brescia
Arbitri: Margeta (SLO), Achladiotis (GRE)

Nella foto
Andrea Fondelli

 

09 / 10/ 18