Autore

Pro Recco - Eger ZF  17-7

Pro Recco: Bijac, Di Fulvio 1(R), Mandic 2, Bukic, Renzuto 2, Velotto 2, Aicardi 2, Echenique 3, Figari 1, Filipovic 1, Ivovic 3, Kayes, Tempesti.
All. Ratko Rudic.
Eger: Valics, Lukacs, Rasovic 1, Avramovic, Hosnyanszky 1(R), Santa 1, Decker, Murisic 2, Gyarfas 1, Vlachopoulos 1, Kurti, B.Biros, Csiszar.
All. Norbert Dabrowski   
Arbitri: Achladiotis (GRE), Rakovic (SRB)
Parziali:4-1, 5-0, 5-1, 3-5
Note: nessuno uscito per limite di falli. Nel IV tempo Tempesti (R) al posto di Bijac. Superiorità num. Recco 7/12, Eger 6/5.

Bologna - Difficile commentare questa leziona da manuale della pallanuoto che la Pro Recco ha regalato ai bolognesi: anche perchè la debacle dell'Eger in tutta onestà è arrivata inaspettata. Difficile immaginare che alla seconda sirena i magiari si potessero trovare sotto di ben otto reti.
La Pro Recco ha messo in vasca una grinta eccezionale, ha mostrato di una difesa super, Con meccanismi e automatisti pressochè perfetti. Senza dimenticare il "mostruoso" Leka Ivovic che nei primi due tempi ha, usando una frase da bar, "dato il bianco". Eger  annichilito, incapace di reagire. Sopratutto imbarazzante il suo numero 1, Boldizsar Csiszar, certamente non all'altezza di una Champions. Meglio, di un club blasonato come l'Eger.
Da segnalare l'ottima prova di Renzuto, che è andato per la prima volta in rete con una doppietta. Stupenda l'occhiataccia di Rudic ad Echenique, quando in controfuga, a tu per tu con il portiere avversario, è riuscito a sbagliare una rete … fatta.
Piccola dimenticanza: il risultato era di 16-5 per i liguri.

«I ragazzi hanno applicato quello che gli avevo chiesto – commenta Ratko Rudic  a fine gara – e quando giochiamo così in fase difensiva è molto difficile per gli avversari contrastarci. Siamo stati pazienti in attacco e poi quando il divario è diventato ampio ci siamo rilassati, ma è normale. Fuga in classifica? Non mi interessa, non concentriamoci su quello che fanno gli altri: noi entriamo in gara per vincere ogni partita e quando giochiamo come oggi diventa più facile».

E se lo dice lui ......

 

 

09 / 01/ 19