Prima i social, poi il comunicato stampa: Giacomo Casasola torna a Roma, sua città natale, ed indosserà la calottina giallorossa la prossima stagione, dopo sei stagioni all’Ortigia e due alla Sport Management. ««Sono molto contento di essere qui – queste le sue prima parole da giallorosso -. Tornare a Roma è una scelta di vita: dopo 12 anni in giro per l’Italia, avevo bisogno di riavvicinarmi a casa. E la scelta non poteva che essere questa: la Roma Nuoto è la società che da anni lavora bene da anni. Ci aspetta un campionato impegnativo, dobbiamo lavorare tanto e far crescere i giovani. A quasi 30 anni sono tra i più vecchi della squadra, mi metterò a disposizione di tutti. Sono carico per affrontare questa nuova avventura, non vedo l’ora di iniziare».

Se la Roma sorride, Sport Management certamente no. Casasola era l’ultimo “mastino” rimasto in biancorosso: adesso per il ds Averaimo si aggiungerà un problema in più in quanto nella rosa rimasta come centro c’è il solo giovanissimo Caponero, a cui bisognerà affiancarne uno di maggiore esperienza.
A Busto, intanto, sembra cosa fatta per Tommaso Giannazza e Matteo Guerrato, in uscita dall’AN Brescia, oltre a come già annunciato, a Slobodan Soro, ex Lazio.

Più complicato invece il discorso panchina: Risso e Formiconi sono i nomi che mormora radio vasca, ma rispunta anche quello di Zoran Baijc (ex Mladost Zagreb), come aveva anticipa lo scorso 23 giugno il quotidiano La Prealpina.
Baijc arriverebbe di corsa in quanto la moglie e la figlia vivono a Lugano: non solo, con lui ci sarebbe anche il figlio Luka, classe 2000, nato in Svizzera ma naturalizzato croato, dal 2015 alla Mladost e oro mondiale under 18 nel 2016.

Sergio Tosi, presidente del sodalizio bustocco, dovrebbe annunciare a breve l’arrivo del nuovo sponsor, che darebbe un’importante impulso alla società, che tanto ha patito per la pandemia.
Ricordiamo infatti che la Sport Management spa,  è la società leader in Italia nella di gestione di impianti (40 circa in tutta Italia) e la repentina chiusura per il lockdown ne ha complicato terribilmente la vita.

01 / 07/ 20