Potrebbe essere la vera notizia dell’ultima giornata dei gironi preliminari di Champions: è Sandro Campagna, in veste di commentatore di Sky Sport, a lanciarla dal piccolo schermo.  Stefano Tempesti potrebbe lasciare la Pro Recco a fine stagione. La motivazione è semplice: trovarsi un posto da titolare in un club per trovare maggiore continuità di gioco e puntare alla convocazione per Tokyo 2020, che diventerebbe la sua sesta Olimpiade.
«I presupposti ci potrebbero essere tutti – ci ha confidato telefonicamente Tempesti -. Ma è più che certo che una scelta del genere non sarà presa univocamente da parte mia. Sono in perfetta armonia con la società, e qualunque decisione verrà presa di concerto con il Recco. Già la scorsa stagione, con l’arrivo di Bijac, si era parlato di questa separazione, ma poi è stata proprio la società a trattenermi. Vedremo a fine stagione cosa si deciderà».

Stefano Tempesti, nato a Prato il 9 giugno del 1979, ha iniziato la sua carriera da pallanuotista nella squadra della sua città, la Futura Prato. Poi passò alla Florentia (con cui ha vinto una Coppa delle Coppe)  fino al 2003, anno in cui indossò la calottina del Recco. Con i biancocelesti ha collezionato tredici titoli e coppe nazionali, cinque Coppe Campioni,  cinque Supercoppe d’Europa e  una coppa Adriatica.
Con la nazionale azzurra un argento ed un bronzo Olimpico, un oro e un argento mondiale, due argenti ed un bronzo in World League, un argento ed un bronzo europei.

 

15 / 05/ 19