Non è il solito ct sereno e sorridente quello che arriva nella mix zone. Serissimo, abbastanza contrariato, Sandro Campagna commenta così la gara con la Francia: «Non è stata una grande prestazione, in ogni parte del campo. Nei primi due tempi in difesa, pur facendo bene pressing, rientravamo molto lenti, e la palla arrivava sistematicamente al loro centro, causandoci una marea di espulsioni. Male l’uomo in più: non abbiamo fatto praticamente un gol, la palla era lenta, poche idee e confuse. Passaggi sbagliati? Una marea, anche semplici. Scelte sbagliate. Non è stata una buona prestazione. La situazione andrà analizzata. Certamente l’importante era vincere ed abbiamo vinto».

C’è da dire che si è vista una buona Francia in vasca:«Hanno giocato molto bene – continua il ct – Aggressiva, bene i difesa, con pressing e zona, partivano molto in contropiede, bravi i centri che hanno guadagnato tante espulsioni. Noi siamo stati poco attenti in certe fasi di gioco. Ma soprattutto non mi è piaciuto che sul 9 a 7 a quattro minuti dalla fine una squadra come la nostra si permette il lusso di far rientrare in partita la Francia. Siamo stati poco attenti in certe fasi di gioco. Potevamo ad un certo punto allargare la forbice ma non ci siamo riusciti. Meno male che nel finale Chalo ha fatto una bella azione con un tiro che ci ha portato il gol della sicurezza».

Adesso la Georgia dopo una giornata di riposo:«Mi aspetto una partita migliore della Georgia rispetto a quella di oggi con la Grecia. Immaginavo una buona Francia oggi, perché sapevo che dopo una sconfitta una squadra vuole tirare fuori l’orgoglio, dimostrare il proprio valore. E la Francia oggi lo ha dimostrato. La Georgia oggi è entrata in vasca ancora “festeggiando” la vittoria della prima giornata e per due tempi non ha praticamente giocato. Poi è venuta fuori e quindi mi aspetto una squadra che sia tatticamente che fisicamente ci può mettere in difficoltà».

16 / 01/ 20