A pochi giorni dall’inizio della stagione agonistica, dopo il travagliato periodo funestato dal covid, l’AN Brescia si prepara al via con tante novità. E’ il numero uno del club lombardo, Andrea Malchiodi ad illustrare il percorso della rinnovata squadra, che giorno dopo giorno è sempre più vicina al tessuto sociale della città, grazie anche allo sforzo economico di Marco Bonometti, presidente di Confindustria Lombardia nonché dell’O.M.R. (Officine Meccaniche Rezzanesi) da sempre vicino alla società.

Andrea Malchiodi si riparte da Campioni d’Italia. Come bissare il successo della scorsa stagione?
Fondamentale, anche se difficile, sarà annullare la fame che avevamo lo scorso anno. La scorsa stagione abbiamo vinto il campionato perché avevamo la voglia e la determinazione di arrivare alla fine per vincere il titolo. Quest’anno come in tutti gli sport, come in tutte le squadre, corriamo il rischio di essere appagati. Abbiamo vinto? Bene quello che adesso arriva va bene. No, non deve essere così. Abbiamo fatto dei sacrifici societari per rimodulare la squadra, per restare un gruppo di altissimo livello, perché vogliamo continuare a vincere, non per partecipare solo alle finaline.

Stagione molto lunga: una difficoltà in più, ma anche uno stimolo in più
Non trovo sia una difficoltà in più: i giocatori vivono la loro realtà, qui a Brescia, che reputo una bella città, trovano tutto quello che a loro serve, si preparano per entrare nella nuova stagione con la grinta di sempre. Certamente il mondiale sarà determinante per le emotività di ciascuno di loro, e per ciascuno di loro ci saranno risvolti diversi, avendo in formazione atleti sia italiani che esteri. Per adesso pensiamo ad iniziare bene questa stagione, integrando bene i giovani che saranno parte determinante della nostra squadra per arrivare a marzo in ottima forma in vista del primo titolo in palio, visto che lo scorso anno non lo abbiamo affrontato nel modo giusto.

 

17 / 09/ 21