Autore

Settimana all'insegna della Champions: così l'8° di campionato fornirà l'immancabile spezzatino per permettere a Brescia e Recco di calcare il palcoscenico europeo.

Lo spezzatino dell'8° giornata prende il via oggi, con Savona-Brescia in programma alle 19 alla Zanelli di Savona: un vero e proprio banco di prova per la "Leonessa" che torna in vasca dopo la bruciante sconfitta con l'Olympiakos di mercoledì scorso, causata da una "svista" arbitrale.

Sconfitta che ha fatto scattare anche Marco Bonometti, patron del team bresciano, che nel dopo gara di Champions aveva fatto dichiarazioni pesanti:«Non so se vale la pena andare avanti così - ha dichiarato Bonometti al quotidiano Brescia Oggi - potremmo anche ritirarci dalla competizione, così non ha senso». Sotto accusa l'errore arbitrare che è costato la sconfitta a Presciutti &c. Dunque anche il Brescia, dopo l'appello lanciato giorni fa da Maurizio Felugo, presidente della Pro Recco, chiede chiarezza. «E' un problema generalizzato - continua Bonometti - affinchè il pubblico torni a gustarsi un degno spettacolo, e per far si che i giocatori possano tornare a credere in ciò che fanno, è necessario valorizzare la crescita del movimento arbitrale a tutti i livelli, attraverso un miglioramento della loro preparazione. C'è un programma, un progetto relativo alla crescita degli arbitri che deve continuare e sul quale è necessario investire».

Non un dito puntato, quindi, ma una richiesta più che lecita:«Mi piacerebbe sapere come si allenano gli arbitri durante la settimana - parole e musica del guru Piero Borelli, direttore sportivo del Brescia - sia in Italia che in Europa. Sarebbero necessari dei ritiri per arbitri, come avviene per le squadre, per permettere anche a loro di percorrere un percorso di crescita».

Brescia e Recco, due club fra i più importanti d'Italia e d'Europa, nello specifico parlano una sola lingua: che possa essere il preludio di una "futura" e più intensa collaborazione?

 

05 / 12/ 17