Autore


Claudio Sebastianutti, all. Lazio: Sono molto soddisfatto. La partita è stata strana e viziata da tante espulsioni. Per questo motivo nella seconda metà della partita molti ragazzi hanno giocato fuori ruolo e anche chi ha avuto meno minuti è stato protagonista di questa grande vittoria. Tutti hanno dimostrato una grande maturità. La squadra si è dimostrata pronta nelle situazioni di emergenza. I punti sono conquistati sono importanti, ma il campionato è ancora lungo. Ora dobbiamo iniziare a vincere con continuità anche fuori casa.

Stefano Piccardo, all. Ortigia: Non è stata una brutta partita, qui al Foro Italico la sconfitta la devi sempre mettere in conto. Abbiamo concesso troppi gol e alcuni di questi erano evitabilissimi. Per il resto ho visto una squadra capace di restare in partita, reagire, forse ancora con troppi errori in fase di superiorità. Adesso testa a Marsiglia per gara 1 di questa semifinale.

Giuseppe Dato, all. Catania: Il Posillipo ha giocato decisamente meglio di noi. Abbiamo giocato nuovamente male, e questo è stato sotto gli occhi di tutti. Non mi sono mai lamentato della conduzione arbitrale, ma oggi la è stata abbastanza discutibile e con un metro di giudizio incomprensibile, credo abbia inciso notevolmente soprattutto nei primi due tempi. Noi poi siamo usciti dalla partita e il Posillipo ha vinto meritatamente dimostrando di essere la quarta forza del campionato. Ci sono ancora undici partite ma con questo ritmo di gioco altalenante il nostro proseguo di campionato non sarà di certo semplice.

Roberto Brancaccio, all. Posillipo: È stata determinante la partenza , poi siamo stati bravi a mantenere sempre le giuste distanze dal Catania, una prestazione di grande gestione.

Daniele Magalotti, all. Bogliasco: Dopo partite del genere c'è poco da dire. Se non fossi stato l'allenatore del Bogliasco sarei rimasto estasiato nell'ammirare le giocate di questi grandi campioni che avevamo di fronte. La gara c'è servita più che altro per testare alcuni schemi e fare un po' di allenamento in vista dei prossimi incontri che per noi saranno senza dubbio decisivi.

Roberto Tofani, all. Florentia: Una vittoria importante che dà continuità a gioco e risultati, contro un buon avversario che all’andata ci aveva battuto. La classifica ovvio che fa gola, ma dobbiamo restare concentrati e concreti senza distrazioni. La corsa dobbiamo farla principalmente su noi stessi. Come avevo detto in settimana, oggi c’era un solo obiettivo, sono doppiamente contento per come lo abbiamo maturato.

Roberto Gatto, all. Roma: Bella gara di tutta la squadra, abbiamo perso a tre secondi dalla fine contro una grande squadra. La partita di oggi ci deve dare tanta carica ed entusiasmo per affrontare gli scontro maggiormente alla nostra portata, oggi comunque devo dire bravi a tutti i ragazzi.

Daniele Bettini, all. Trieste: Una bella partita davvero. Avvincente, giocata fino all’ultimo secondo. Abbiamo vinto, ma rischiando anche di perderla contro una signora squadra che ormai non è più una sorpresa nonostante sia una neopromossa, i suoi 21 punti parlano chiaro, i ragazzi hanno dato tutto e sono contento. Tre punti che valgono tanto e ci proiettano alla gara di sabato, non  vedo l’ora di giocarla, Bogliasco è comunque casa mia e vi resterò sempre legato.

Sandro Bovo, all. Brescia: La prova di oggi è positiva anche con un po’ di stanchezza accumulata, abbiamo giocato con attenzione e con buoni ritmi. Abbiamo anche sperimentato nuove giocate, soprattutto in copertura, e le cose sono riuscite piuttosto bene. Abbiamo preso tre gol su passaggi sbagliati in contropiede, errori banali che ci possono stare; nel complesso, la prestazione difensiva mi ha molto soddisfatto. Più in generale, ho visto un buon clima tra i ragazzi, la squadra c’è e si parte per Budapest con una buona dose di ottimismo


 

19 / 01/ 19