Autore


Stefano Piccardo, all. Ortigia: Sono contento per la partita e per l’approccio dei ragazzi. Hanno giocato in maniera ordinata e disciplinatamente. Era necessario continuare la striscia positiva per consentirci di pensare alla coppa. Sappiamo che sarà un test impegnativo, ma, forti della prestazione dell’andata, andiamo  a Vouliagmeni senza alcun timore reverenziale.

Daniele Magalotti, all. Bogliasco: Non sono mai stato più ottimista di oggi. È vero che la nostra classifica si fa sempre più brutta ma è anche vero che siamo soltanto al primo dicembre e gettare la spugna oggi sarebbe da folli. Anche perché, oltre al tempo, abbiamo tutti i mezzi e le capacità per rimediare e risalire la classifica. Oggi non era facile e lo sapevamo. L’Ortigia è a tutti gli effetti la quarta forza del torneo e venire a giocare qui, oltretutto in una vasca aperta, non è semplice per nessuno. Hanno iniziato male il campionato ma già da qualche settimana stanno dimostrando di essere in netta ripresa. Il rammarico è semmai quello di non averli incontrati un mese fa. So che parlare dell’arbitraggio non è mai bello e spesso si rivela anche controproducente ma ciò che abbiamo visto oggi è stato assolutamente incomprensibile e incommentabile. Per il resto non posso criticare nulla ai ragazzi. Abbiamo fatto un’ottima gara e per lunghi tratti abbiamo dimostrato di possedere quelle doti di personalità e qualità che in molti ci riconoscono. Stiamo piano piano riemergendo. Dobbiamo continuare così, senza farci prendere dallo sconforto.

Roberto Tofani, all. Florentia: Buona vittoria costruita con un’altrettanto valida difesa. La nota positiva oltra al risultato è l’aver mantenuto alta la concentrazione per tutta la partita, in altre occasioni quando siamo andati avanti abbiamo sempre subito il ritorno degli avversari. Oggi posso dire che i ragazzi hanno giocato veramente alla grande.

Giuseppe Dato, all. Catania: Abbiamo offerto uno spettacolo indecoroso e sicuramente non degno della categoria e della società che rappresentiamo. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità, ammettendo i nostri limiti tattici, caratteriali e da quello che si è visto oggi anche atletici. Bisogna migliorare e rappresentare la Nuoto Catania come merita, offrendo un altro livello di spettacolo. Mi sento di riconoscere e sottolineare la qualità del nostro portiere, senza i suoi interventi, il passivo sarebbe stato sicuramente più pesante.

Alberto Angelini, all. Savona: Se qualcuno si era illuso per i risultati conseguiti fin qui, ora ha capito quanto lungo e difficile sia il cammino che ci aspetta. La squadra è un po' stanca anche per il gran lavoro fisico svolto fin qui per reggere la categoria, la nostra dimensione è comunque questa. Il campionato è ancora lungo, ora pensiamo al match di sabato prossimo con il Catania.

Roberto Gatto, all. Roma: Abbiamo fatto una grande partita su un campo estremamente difficile, fare punti a Savona non sarà una passeggiata per nessuno nel prosieguo del campionato. Complimenti a tutti i miei ragazzi, devo dire che nonostante ci siano 6 ragazzi under 20 tutta la squadra gioca come un gruppo di veterani.

Daniele Bettini, all. Trieste: Abbiamo letteralmente buttato via la partita. Inizio brutto, poi siamo rientrati nel punteggio e ad un certo punto stavamo giocando bene, con ritmo. Ma abbiamo sprecato troppo, nel finale siamo stati poco lucidi e loro ne hanno approfittato.

Roberto Brancaccio, all. Posillipo: Fare risultato a Brescia era impensabile, non bisognava farsi trarre in inganno dalla classifica, abbiamo affrontato una squadra che ogni anno diventa sempre più forte, proprio per questo motivo, considerata l’assenza anche di Mattiello che ne avrà per un bel po’ mi sento di dire che ripensando alla partita una sconfitta con questo risultato è da considerarsi di tutto rispetto.

 

01 / 12/ 18