Autore

Alberto Angelini, all. Savona : Tre punti importanti anche se ottenuti contro una squadra che non è una nostra diretta concorrente. I ragazzi hanno tenuto un ritmo quasi costante. Qui non è mai facile giocare ma avevamo preparato la partita in questo modo. Soddisfatto del risultato ora guardiamo al resto del campionato.

Giuseppe Dato, all. Catania: Con queste squadre prendere meno di venti gol, e realizzarne più di cinque è già un discreto risultato. Buone anche le percentuali con l’uomo in più, tra l’altro vedere Luca Castorina, portiere classe 2002, fare cinque sei parate nel quarto tempo è una bella soddisfazione per il singolo giocatore ma anche per la società. Credo che più di questo da una partita come questa non potevamo aspettarci

Roberto Gatto, all. Roma: Grande partita dei miei ragazzi, a prescindere dalla giornata evidentemente storta degli avversari, che può capitare, sono riusciti ad avere grande applicazione in difesa come avevo chiesto loro in settimana, e altrettanta precisione in attacco. Ottimi tre punti contro una diretta concorrente, fa morale in vista del derby.

Daniele Bettini, all. Trieste: E’ stata la peggior prestazione della stagione me ne assumo la responsabilità. Non siamo praticamente nemmeno scesi in acqua, colpa mia. Ma dobbiamo metterci alle spalle questa batosta in fretta, sabato prossimo con il Catania ci giochiamo un pezzo di campionato.

Roberto Tofani, all. Florentia: Ce la siamo giocata anche subendo nelle prime battute, ci siamo fatti prendere un po’ dalla tensione nel secondo tempo quando eravamo già a 7 espulsioni a sfavore, cosa insolita per noi. Abbiamo reagito andando sul +2 e sprecando altre azioni in avanti, abbiamo preso alla fine 8 gol su 9 in inferiorità numerica e quindi bravi anche gli avversari a sfruttare le occasioni.

Roberto Brancaccio, all. Posillipo: Sicuramente positivo il ritorno in vasca di Mattiello, pedina fondamentale per la squadra. Non è stata comunque una partita semplice, nonostante la mancanza nella Lazio del centro boa Leporale e con Cannella non in proprio in forma.

Claudio Seastianutti, all. Lazio: Peccato, mi sarebbe piaciuto giocare la partita ad armi pari. Purtroppo ho dovuto fare a meno all'ultimo momento di Leporale e Cannella e ho avuto a disposizione pochi cambi. Sono soddisfatto a metà. Felice per aver tenuto testa al Posillipo in formazione rimaneggiata, ma amareggiato perché avremmo potuto fare di più. In alcuni momenti chiave ci siamo lasciati prendere troppo dal nervosismo e non siamo stati lucidi. Cercheremo il pronto riscatto sabato prossimo nel derby.

Marco Baldineti, all. Sport Management: Una partita molto molle. Tutto sommato per tre tempi siamo andati bene subendo pochi gol, ma abbiamo sbagliato tante occasioni a uomo in più e così è difficile vincere. Una partita che ci deve far riflettere molto per cercare di migliorarci perché abbiamo molto da migliorare. Continuiamo a cadere in un inutile nervosismo contro gli arbitri che poi non porta a niente. Non dobbiamo cadere in queste cose e lo ripeto da tanto. È un peccato, perché se avessimo avuto un po’ più di forza avremmo potuto fare una partita diversa, ma poi abbiamo fatto una partita ai loro livelli blandi e lenti e contro i tiratori di Brescia così diventa difficile. Peccato.

Daniele Magalotti, all. Bogliasco: La notizia più bella della giornata è che finalmente non siamo più ultimi da soli. Nello specifico di questa partita mi ha fatto molto piacere la lucidità dimostrata dai ragazzi nei momenti topici della gara. Abbiamo fatto il terzo e quarto tempo ogni azione o quasi a uomo in meno eppure siamo stati bravi a difenderci bene. L’abbiamo vinta lì. Quando giochi con questa lucidità e attenzione dietro poi i riflessi si avvertono anche in avanti come testimoniano i 12 gol segnati, cosa che non ci capita tutti i giorni. Ora guardiamo avanti e proviamo a raccogliere qualche punto anche in trasferta.

Paolo Zizza, all. Canottieri: Nel momento in cui potevamo andare sul triplo vantaggio non abbiamo sfruttato l’occasione, anzi, abbiamo preso col in controfuga riaprendo di fatto la gara. Tanti errori e azioni caotiche, a volte non riusciamo a servire il compagno libero per la poca lucidità sprecando palloni, dobbiamo migliorare la gestione delle varie situazioni.

 

09 / 02/ 19