Cambio della guardia alla Rari Nantes Savona: l’uscita di scena di Claudio Mistrangelo ha spalancato le porte della direzione tecnica del settore pallanuoto ad Alberto Angelini. L’ex capitano della nazionale quindi, oltre alla guida della prima squadra, dovrà seguire ed organizzare anche tutto il settore giovanile. Suo collaboratore come responsabile tecnico delle giovanili sarà Alberto Bertolotti, mentre nello staff ci saranno Federico Mistrangelo, Alexandar Patchaliev, Valerio Rizzo, Cinzia Martorana, Mariangela Bertonasco e Daniela Rossi.

Angelini un nuovo incarico che gratifica quanto lei ha fatto in questi ultimi anni da quando è alla guida della prima squadra
Non è tanto una soddisfazione personale, quanto dare un aiuto alla società in un momento in cui c’è un ricambio. Il mio obiettivo è quello di dare una struttura alla società che duri nel tempo: per questo è stata creata una figura nuova, quella del responsabile tecnico delle giovanili. Sarà Alberto Bertolotti ad assumere questo incarico, vista anche la sua esperienza passata a livello nazionale. Quindi il mio ruolo sarà quello di aiutare i tecnici a crescere, con continui affiancamenti, collaborare con le varie leve, condividere idee e principi. Forse innovativo, ma anche molto semplice. Tutto affrontato con grande serenità.

Sopratutto di innovativo c’è che aprirete alla pallanuoto femminile
Da anni pensavo a questa apertura. Trovavo molto anacronistico e antistorico che a Savona non ci fosse la pallanuoto rosa. Certo potrebbe essere per zero o cento atlete, ma trovo che sia una soluzione a livello sociale che bisogna dare a chi sta vicino alla piscina. Per ora si parla solo di bambine, visto che partiremo dalla leve molto basse,  dal 2010 fino al 2014. Ma è una cosa che mi piace, che ha senso: trovavo da sempre, da questo punto di vista, un po' indietro la Rari Nantes.

Insomma il Savona riparte dalle piccine fino alla prima squadra che quest’anno sembra decisamente competitiva con i nuovi innesti
Campopiano, Molina e Rizzo sono importanti perché credo che sia una Rari che possa giocare di più a “pallanuoto” rispetto allo scorso anno. E’ anche vero che abbiamo perso Soro e che al suo posto farà il suo debutto Morretti, che dovrà dimostrare il suo valore e sopratutto saper gestire una porta non facile. Una Rari che comunque avrà meno problemi a gestire la palla, e che proverà a fare qualcosa di diverso nel seguire le nuove regole, che portano un po' più indietro alla pallanuoto. E la cosa, sinceramente, non mi dispiace affatto.


Nella foto da sinistra
Alberto Angelini, Giuseppe Gervasio e Maurizio Maricone

 

05 / 08/ 19

Potrebbero interessarti