Autore

Gli amici lo hanno ricordato intensamente oggi sui social: Roberto Gandolfi, classe 1956, il "portiere" dello storico scudetto del Bogliasco se ne andato in silenzio, lontano da quel Porticciolo di Nervi che lo aveva lanciato nel pianeta pallanuoto insieme al fratello Renato.  Poi dal Nervi passò al Bogliasco, dando un contributo fondamentale per il tricolore.

Viveva da anni a Bùzios, in Brasile, dove aveva aperto un ristorante, Halloween,  gemello di quello che il fratello Renato ha nel porticciolo.
Ha detto un commosso Eraldo Pizzo:«Era un grande portiere, che capiva ogni mossa degli avversari. Abilissimo nel piazzare la difesa». Ha partecipato ai Mondiali di Guayaquil nel 1982 e all’Olimpiade di Los Angeles nel 1984.

18 / 02/ 18