Al link tabellini e commenti delle partite ><

Con l’ampia affermazione (7-25) dell’Acquachiara sul Napoli Nuoto (Girone Sud) è salito ufficialmente il sipario sull’edizione 2021 del campionato femminile di pallanuoto di A2 strutturato quest’anno in 4 gironi composti ciascuno da 5 squadre. 
Nella gara condotta sin dall'inizio dalle ragazze di Barbara Damiani già in evidenza la rientrante Anna De Magistris, autore di 8 reti imitata, a sua volta, dalle compagne di squadra Mazzola, Di Maria, Tortora e Foresta. Prima doppietta stagionale per Guya Zizza, classe 2004, figlia d’arte: il papà Paolo è l’attuale Commissario tecnico del Setterosa.  

«Sono soddisfatta dell'approccio al match da parte delle ragazze –ha detto a fine partita l'allenatrice dell’Acqiachiara Barbara Damiani– dovremo sicuramente lavorare sugli errori commessi dovuti anche al fatto di non poter giocare partite di allenamento durante la settimana. E' stata un'occasione per far giocare tutte le atlete presenti in rosa e devo dire che hanno risposto molto bene. E' una vittoria che non ci deve far esaltare, anzi; continueremo a giocare partita dopo partite per scoprire i valori delle nostre avversarie e le potenzialità di questo gruppo».

Nelle fila del Napoli Nuoto oltre a Dirupo, Anastasio e Sgrò, autrici di doppiette, in evidenza il portiere Marasca autrice di ottimi interventi tra i quali trova spazio il rigore parato a Mazzola nel secondo tempo. 

Domenica le altre gare. A completare il quadro delle sfide del girone Sud sarà il derby siciliano tra la Torre del Grifo di Moira Vaccalluzzo, squadra molto giovane che dispone in rosa di alcuni elementi di esperienza e la Brizz Nuoto di Carlo Zilleri sodalizio che perso tre elementi importanti rispetto alla scorsa stagione: Zuccarello, Buccheri e Spampinato, ma che grazie alla continua collaborazione con l’Orizzonte, sono stati sostituiti con giocatrici altrettanto valide.
In questo girone osserva un turno di riposo il Cosenza.

Nel girone Nord Ovest, attesissimo il confronto tra Aquatica Torino e Rari Nantes Imperia compagini che non nascondono le reciproche ambizioni.  La formazione piemontese guidata da Rosario Ferrigno può far leva quest’anno su Agnese D’Amico (ex Rapallo, giocatrice di categoria superiore ed elemento di indubbia esperienza), Erica Bottiglieri, giovane e talentuosa attaccante napoletana e sulla nazionale turca Doga Rabia Cengiz, classe 2001 oltre che su due giovani di sicuro valore provenienti dalla River Borgaro: Serena Vitale, portiere e Alice Barbero, centroboa. L’Imperia di Mercy Stieber fa leva su un gruppo indigeno e sulle qualità dell’argentina Carla Comba. 

Da seguire anche il match tra Rapallo e Locatelli con le padrone di casa, guidate da Luca Antonucci reduci dall’aver rinunciato alla A1, ma ancora forti dell’apporto in vasca delle veterane Svetlana Kuzina e Ursula Gitto e la giovane - nel giro delle nazionali giovanili - Francesca Cò. Dopo l’esperienza ad Ancona, è rientrata in gialloblu anche Giulia Fiore: a lei, cresciuta pallanuotisticamente a Rapallo, il tecnico Antonucci ha affidato il ruolo di capitano. In rosa anche Martina Antonucci, che vanta a sua volta trascorsi in prima squadra, Benedetta Cabona, che ha esordito in A1 nella passata stagione, e Sara Gasparini (per lei, un’esperienza in campo con la prima squadra nel 2019). Le altre giocatrici sono tutte giovani e giovanissime provenienti dal vivaio. Per la Locatelli di Stefano Carbone i problemi più grandi sono stati quelli dell’individuazione di una piscina per svolgere allenamenti. 
«Abbiamo dovuto arrangiarci anche se in estate, grazie alla pallanuoto in mare, siamo state una delle poche società d'Italia a fare attività. Comunque il fatto di aver avuto problemi logistici non deve diventare un alibi. Voglio vedere una squadra che si impegna non solo come singole giocatrici, ma anche come gruppo». Stigmatizza il tecnico del sodalizio genovese.
Turno di riposo per il Como.

Nel girone Nord Est i riflettori sono puntati sulla sfida tra la Rari Nantes Bologna di Andrea Posterivo ed il 2001 Padova di Galina Rytova. 
«Noi continuiamo a puntare sulle atlete del settore giovanile – dichiara il tecnico del team felsineo Andrea Posterivo – alle quali si chiede ogni anno un passo in avanti, grazie anche all'apporto delle nostre atlete più esperte. Certamente, ma lo sarà per tutti, la lunga sosta (ultima partita ufficiale 11 mesi fa) peserà non poco sulla fluidità di gioco. Ma la voglia di tornare a giocare è tanta».
Gli fa eco da Padova la Rytova: «L’età media della nostra squadra Si è abbassata notevolmente, con atlete dai 14 anni in su e una rosa quasi totalmente settore giovanile: potranno dunque giocare tutte da protagoniste. Questo è un lato assolutamente positivo della partecipazione a questo campionato, che anche se ridotto si rivela molto utile. L’obiettivo è come sempre quello di mantenere la categoria, perché è poi quello che serve a tutto il settore: far giocare le atlete il più possibile e far fare esperienza. Poi in un periodo come questo, dove i campionati giovanili sono fermi, si rischia di fare solo allenamento e non giocare mai, quindi questa A2 è veramente preziosa».

Atteso, a Brescia, il derby tra le “leonesse” di Edvin Calderara e le biancoblù del Nuoto Club Milano guidate da Leonardo Binchi rimasto sulla panchina del sodalizio meneghino nonostante la rinuncia del club alla partecipazione alla A1. «Puntiamo a crescere e i miglioramenti si vedono, stagione dopo stagione –interviene il trainer del Brescia– relativamente alla squadra abbiamo perso Chiara Facchinetti che ha cessato con l'attività. In squadra sono state inserite nella rosa atlete provenienti dal settore giovanile e le "senatrici" Fanelli e Testa».
Reduce da alcuni anni ad alti livelli in A1 il Milano riparte dalla A2. «Di questi tempi, un anno fa, al termine del girone di andata eravamo terzi nel campionato di A1, posizione che ci avrebbe fatto giocare la coppa europea tra l’altro ormai alle porte –racconta il dirigente Davide Maggiani– ma questa è la realtà e quindi la prima cosa è stata quella di continuare il progetto insieme a Leonardo Binchi. Abbiamo tenuto 4 ragazze che sono state protagoniste con noi in A1, come Gaia Apilongo il nostro capitano, Anna Repetto, Federica De Vincentiis e Laura Repetto. A loro abbiamo unito alcune ragazze del nostro settore giovanile, e altri innesti molto giovani, tutte lombarde».
Turno di riposo in questo girone per le isolane della Promogest.

Il girone Centro propone due gare entrambe interessanti. A Santa Maria Capua Vetere il Volturno del neo trainer Dusan Vidovic ospiterà la Roma Vis Nova.  Nelle fila delle campane non ci sono più Riccio (ora alla Vela Ancona) e Vitale. La rosa si è ridotta ulteriormente e la giovanissima Raimondo, tra i pali, è tornata da poco ad allenarsi dopo un periodo di stop. Importante l’innesto di un altro portiere, la promettente Mariagrazia Cipriano (16 anni), in arrivo dal Circolo Villani e già in passato nella rappresentativa campana. Sul fronte capitolino la squadra allenata da Pierpaolo Carapella ha continuato il suo processo di ringiovanimento iniziato negli scorsi anni ed è quindi formata per gran parte dalle giovani dell’Under 18 e Under 20 guidate in acqua dalle più esperte Federica Angiulli, Giulia Di Marcantonio e dalla neo arrivata (dal Flegreo) Federica Martucci. 
A Velletri si consumerà invece il derby tra Castelli Romani e F&D H2O. Obiettivo salvezza per le castellane di Gianluca Mauretti che fanno leva su una rosa giovanissima composta per lo più da ragazze del 2005 e 2004 coadiuvate dalle più esperte Mandara ('96), Fonticoli ('99), Magrini ('96), Bertini ('01) e il capitano Tomassini ('89). Nell’F&D H2O è intanto cambiata la guida tecnica: Manuel Bombelli ha sostituito Daniele Di Zazzo. «Non abbiamo una piscina in cui poterci allenare, e, inevitabilmente, alcune delle nostre atlete hanno scelto altre strade o si sono fermate –il commento del presidente Francesco Perillo– le veterane della squadra hanno momentaneamente abdicato per i rischi pandemici, motivo nobile che però ci ha costretto a mettere a rischio la nostra presenza in A2». La soluzione temporanea è rappresentata dalla collaborazione con la SIS Roma. «Noi manterremo il titolo e l’organizzazione degli spazi e dei campi gara –completa Perillo– oro ci hanno messo a disposizione le atlete per creare un roster competitivo. Sono così entrate a far parte del gruppo giocatrici come Veronica De Cuia, Roberta Zenobi, Sara Carosi e Andreacarola Aprea».
Turno di riposo in questo girone per il Tolentino

Nella foto: il Napoli Nuoto

23 / 01/ 21