Quarto turno per la A2 femminile, torneo condizionato dalla norma che ha riaperto i termini per i tesseramenti. 
Una scelta che secondo i dirigenti FIN è stata adottata per venire incontro alle esigenze di società in crisi.  Ma la novità non è piaciuta a tutti. Il tecnico della Locatelli, Stefano Carbone, in una sua dichiarazione riferita e pubblicata su Il Secolo XIX di Genova –che qui di seguito riportiamo–, ha commentato negativamente questo provvedimento: «Decisione incomprensibile, tanto più dopo sole poche giornate di campionato. Il campionato di Serie B è in dubbio a causa del numero scarso di giocatrici? Allora si poteva studiare una formula solo per chi volesse scendere proprio dalla A2 alla B. Invece il mercato è stato aperto anche in entrata». La contrarietà alla riapertura delle rose per la Locatelli si tramuterà in un mercato che, di fatto, non inizierà nemmeno: «Non avrebbe senso, non sarebbe rispettoso delle ragazze su cui abbiamo deciso di puntare a inizio stagione - continua Carbone -. Altri lo faranno? Ognuno è libero di muoversi come crede. Di certo fa un po' sorridere che ci sia già chi va a cercare rinforzi dopo poche giornate di campionato». 
Balzata solitaria in vetta alla classifica del girone Nord-Ovest, grazie ai successi con Rapallo e Imperia, intervallati dal pareggio con l’Aquatica, la Locatelli ospiterà tra due settimane il Como  che insegue distanziato di una lunghezza, ma con una gara in meno e che domenica ospiterà in casa l'Aquatica in un confronto il cui esito avrà un peso specifico notevole per la classifica del girone. 
L’altra gara del girone è in programma a Rapallo e porterà a confronto le gialloblù di Luca Antonucci e l’Imperia di Mercy Stieber.
«Mi aspetto una bella sfida – osserva l’attaccante del Rapallo, Ursula Gitto– si scontrano due Società che possono fare bene in questo campionato, entrambe le squadre hanno una rosa composta da giocatrici di esperienza con, alle spalle, campionati di massima serie insieme a giocatrici giovani e talentuoso, quindi prevedo un match davvero equilibrato». 

Fermo il Nuoto Club Milano che osserva un turno di riposo, le attenzioni, nel girone Nord-Est ricadono sulla sfida tra AN Brescia e 2001 Padova formazioni giovani, ma smaniose di contrassegnare nel migliore dei modi la stagione. «Ci aspetta una gara intensa –il commento dell’allenatrice del sodalizio veneto, Galina Rytova– le due squadre, per quello che si è vito sin qui, si equivalgono. Mi attendo una bella risposta da parte delle mie».
Ma sotto i riflettori c'è anche il confronto tra Rari Nantes Bologna e Promogest con le felsinee di Andrea Posterivo chiamate a riscattare la sconfitta di misura patita il 7 febbraio scorso col Milano che dovranno però fare i conti col desiderio di muovere la classifica che anima le isolane di Maurizio Perra.

La classifica del girone Centro è saldamente in mano alle capitoline della Roma Vis Nova. La formazione di Pierpaolo Carapella ha messo a segno 3 vittorie in altrettante gare e domenica proverà a calare il poker in casa di quel Tolentino che sembra però possedere i numeri per insidiare la vicino la prima della classe. Match interessante anche quello che a santa Maria Capua Vetere vedrà fronteggiarsi Volturno ed F&D H2O formazioni attualmente attardate in classifica, ma desiderose di dire la loro nella corsa al primato.

Capolista (Brizz) a riposo anche nel girone Sud e spazio quindi a possibili recuperi delle concorrenti. A sognare il colpaccio è soprattutto l’Acquachiara impegnato domenica nella vasca del Cosenza. Le partenopee attualmente occupano il secondo posto in classifica dietro alla Brizz Nuoto, ma con una partita in meno. Occasione ghiotta, dunque, per le acquachiarine di raggiungere le siciliane al comando della regular season prima del confronto diretto del prossimo 21 marzo. Ma prima di quella data c'è la delicata trasferta in terra calabrese. Il Cosenza Nuoto, seppur fanalino di coda a zero punti, in casa riesce sempre ad esprimersi su buoni livelli mettendo in difficoltà le sue dirette avversarie. Ecco perchè Barbara Damiani, allenatrice dell'Acquahiara, chiede alle sue massima attenzione. «Questo periodo di stop - spiega Damiani - ci è servito a fare un richiamo di preparazione ma sicuramente ci è mancato l’impegno agonistico. Affrontiamo il Cosenza in trasferta sapendo di incontrare una squadra che, seppur in ritardo di preparazione, è sempre temibile. Cercheremo di impostare il gioco sfruttando le nostre potenzialità; non possiamo permetterci cali di concentrazione o passi falsi ed è, quindi, necessario scendere in acqua con determinazione e lucidità».
Nuova sfida interna per la Napoli Nuoto con la formazione di Roberto Vestuto ancora al palo chiamata a confronto col Torre del Grifo.

Nella foto: il Tolentino

06 / 03/ 21