Saranno due anticipi ad aprire la nona ed ultima giornata del girone di andata della A2 femminile.
Promogest Sori Pool Beach nel girone Nord e Vela AnconaVolturno nel girone Sud sono le partite destinate a catalizzare già sabato le attenzioni degli appassionati.
A Quartu Sant’Elena una Promogest capace sino ad oggi di fare meglio in casa di quanto fatto in trasferta, attende la visita di un Sori che rappresenta una delle piacevoli sorprese del girone, capace, non a caso, non più tardi di sette giorni fa, di mettere all’angolo anche la capolista. Gara interessante anche quella in programma alla “Passetto” dove l’Ancona di Milko Pace forte di un solido primato, ospiterà il Volturno squadra che è stata protagonista di un’autentica trasformazione rispetto alle timide apparizioni di inizio stagione, tanto da riuscire ad inanellare tre risultati utili consecutivi che l’hanno proiettata al sesto posto. «Ho chiesto alle ragazze di continuare ad avere l'atteggiamento e la voglia di impegnarsi dimostrati finora –spiega il coach dell’Ancona Milko Pace– queste partite nascondono sempre problemi dietro l'angolo, possono essere sottovalutate, prese con troppa euforia pensando di essere già arrivati. Non dobbiamo commettere questo errore». 

Domenica le altre partite.
Nel girone Nord spicca Como - Padova con le lariane apparse recentemente in gran spolvero chiamate a confrontarsi con una squadra che non fa sconti e che dispone oltretutto di un buon organico.
Il Trieste ospiterà il Lerici una delle incognite di questo torneo, con l’intento di conservare il primato ed arrivare preparato al prossimo big-match col Bologna. «Un impegno alla volta –fa sapere l’allenatrice del Trieste, Ilaria Colautti– in questo momento siamo concentrate soprattutto su di noi, sul migliorare gli aspetti del nostro gioco. Mi aspetto una reazione da parte della mia squadra, voglio vedere in campo quella grinta che ci è un po’ mancata domenica scorsa a Sori».
Festa speciale, in casa alabardata per la convocazione per il raduno del 14 marzo con la Nazionale maggiore, di Lucrezia “Lys” Cergol, 13 reti per lei sin qui in campionato.
Trasferta genovese invece per il Bologna atteso alla Sciorba da una ancora acerba Locatelli. Le felsinee arrivano caricatissime all’appuntamento forti di un attacco mitraglia guidato da Martina Verducci e Carolina Nicolai (52 gol realizzati) che insieme hanno messo assieme ben oltre metà delle reti realizzate dall’intera squadra.
Scontro di grande rilievo in prospettiva salvezza quello in programma alla Fabiano di Varese tra le locali di Stefano Maggiora ed il Brescia «Sicuramente sarà una partita dura –commenta il tecnico delle rondinelle Edvin Calderara– un po’ per le dimensioni ridotte della piscina e un po’ per la propensione del Varese, soprattutto in casa, a far leva su un gioco piuttosto fisico. Comunque, per noi, non ci sono turni più agevoli di altri e la squadra è pronta atleticamente e con la giusta motivazione per puntare ai tre punti: per quanto fatto finora, sono convinto che ce li meritiamo e, senza dubbio, ne abbiamo bisogno per muovere la classifica».

Tra le gare della domenica del girone Sud spicca il confronto tra Flegreo e Cosenza con le imbattute padrone di casa trascinate da un’incontenibile Fabiana Anastasio, capocannoniere del girone con 24 reti all’attivo, che rappresentano la squadra del momento ed un Cosenza che ha finito, nel volgere di due gare (le ultime in ordine di tempo) per scialacquare un patrimonio conquistato meritatamente nel corso delle prime uscite della stagione.
Punti importanti quelli in palio tra Roma Vis Nova e Tolentino con le marchigiane che in trasferta hanno raccolto nove dei loro attuali 12 punti. Messina Acquachiara si preannuncia, almeno sulla carta come un confronto impari con le peloritane che stentano a decollare e le partenopee di Barbara Damiani in costante progressione.
Sfida destinata a lasciare il segno, infine, quella in programma alla Scuderi di Catania tra Brizz e Firenze con le padrone di casa balzate a quota 6 dopo la vittoria conquistata nel recupero col Messina e le gigliate che non possono concedere terreno pena il rischio di finire isolate nella zona bassa della classifica.   

Nella foto: Veronica Gant (Trieste PN)

08 / 03/ 19