Campionato in continua evoluzione e classifiche in fermento, destinate a cambiare ancora volto. Il torneo femminile di serie A2 riprende domenica con la disputa della terza giornata e con un programma ricco di incroci di primo livello.

A cominciare dal Girone di Nord Ovest che propone due gare altamente interessanti.
A partire da Rapallo Como, match in programma al Poggiolino. 
La disamina del match affidata al capitano delle liguri, Giulia Fiore
«Rapallo-Como sarà sicuramente un match con tanta qualità in acqua. Loro sono un bel mix di giocatrici esperte con alcune più giovani, però noi ci faremo trovare pronte. È un campionato strano, abbiamo giocato una prima partita leggermente sottotono e poi c'è stato un mese di pausa in cui abbiamo resettato e siamo pronte a un nuovo inizio. Ci stiamo preparando nel migliore dei modi cercando di puntare sulla semplicità e sulle nostre qualità». 
Obiettivo: ripartire dal match contro il Locatelli analizzando gli errori commessi e facendone tesoro per migliorare. 
«Rispetto alla prima partita credo che dovremo sfruttare meglio l'uomo in più e i contropiede, che possono essere una nostra arma in più - sottolinea Giulia Fiore - Nella metà campo difensiva invece dovremmo essere più brave a non concedere troppo a uomini pari. In ogni caso il gruppo è compatto e siamo pronte alle sfide che ci attendono».

Atra sfida interessante è quella in programma alla Sciorba tra Locatelli e Rari Nantes Imperia. Le genovesi di Stefano Carbone sono alla loro terza gara stagionale: al debutto hanno espugnato la vasca del Rapallo e hanno poi chiuso con un pareggio il confronto con l’Aquatica Torino. L’Imperia, che aveva debuttato andando a vincere a Torino, è finita al centro di un caso (squadra bloccata per Covid) perdendo a tavolino la gara interna col Como.   
«Per sconfiggere l’ Imperia, ci vorrà una prestazione molto più concreta, ci lavoreremo –commenta il trainer delle genovesi, Stefano Carbone– alla classifica ora non guardo, ma questa piccola-grande soddisfazione del primato in solitaria vorrei dedicarla ad una famiglia di Torino, quella della piccola Olivia Aversa, che ha bisogno di una mano da tutto il nostro ambiente. Mi sento particolarmente vicino a Simone (figlio di Mattia Aversa che fondò il Torino 81 e papà di Olivia) ed alla sua famiglia.  Nel frattempo invito tutti ad informarsi e contribuire sul sito www.helpolly.it”.
 
Nel girone Nord-Est “sfida calda” quella che opporrà Nuoto Club Milano e 2001 Padova con le padrone di casa che hanno già messo 6 punti in carniere grazie ai successi centrati ai danni di Brescia e Bologna. Il Padova ha perso la prima partita col Bologna ed è reduce dalla vittoria interna con la Promogest.  
«Speriamo dare continuità a questo momento –il commento dell’allenatrice delle venete, Galina Rytova– l’avversario è diverso da quello contro il quale ci siamo imposti in casa due settimane fa. Milano è squadra costruita con giocatrici che hanno maturato esperienze in A1. Il nostro obiettivo rimane quello di far crescere il gruppo delle nostre giovani, maturando esperienza».

Sfida tra squadre ancora al palo invece quella tra Brescia e Promogest con la compagine sarda che potrà disporre di Simona Abbate solo diffidata dopo l’espulsione rimediata due settimane fa a Padova.

Roma Vis Nova a caccia dell’en plein nella terza di andata del girone Centro. La formazione guidata da Pierpaolo Carapella, a punteggio pieno dopo i successi fatti registrare con Volturno e Castelli Romani, riceve domenica l’F&D H2O che approda nella piscina di santa Maria con 3 punti in carniere frutto della vittoria centrata al debutto col Castelli Romani.

Seconda gara interna della stagione intanto per il Castelli Romani di Gianluca Mauretti che ospita un Tolentino che non nasconde mire velleitarie fortificate dal successo centrato due settimane fa contro il Volturno.


Nel girone Sud torna in vasca, a due settimane di distanza dalla gara d’esordio persa con l’Acquachiara, il Napoli Nuoto. La compagine di Roberto Vestuto ospita l’ambiziosa formazione isolana della Brizz che si presenta alla Scandone a punteggio pieno dopo i successi messi in fila con Torre del Grifo e Cosenza.

Il capitano del team calabrese Rosy Citino spinge intanto il Cosenza alla vigilia del confronto interno col Torre del Grifo guidato da Moira Vaccalluzzo. «Abbiamo tanta voglia di riscatto. Siamo decise a tornare ad essere squadra ridare al Cosenza il ruolo che merita. Questi tre punti sono importantissimi». 
  
Nella foto: 
La Locatelli Genova

20 / 02/ 21