Como e Bologna. La lotta per il primato, nel girone Nord della A2 femminile  appare già circoscritta a queste due formazioni, mentre nel girone Sud, dove attualmente comandano F&D Waterpolis e Tolentino, il lotto delle pretendenti sembra destinato ad ampliarsi. Ne sapremo di più dopo il recupero (data non ancora fissata) tra Brizz e Acquachiara, entrambe potenzialmente in grado di ricoprire un ruolo decisivo nella corsa alla promozione. Ma andiamo con ordine. 

Nel girone Nord, la vittoria più importante della terza di andata è senza dubbio quella centrata dalla Rari Nantes Bologna con la compagine di Andrea Posterivo uscita vittoriosa per 8 a 13 dal confronto esterno con l’Aquatica. Le bolognesi che avevano già fatto il vuoto nel corso della prima frazione (0-3) hanno intensificato i ritmi in occasione del terzo tempo (1-6), dopo che l’Aquatica era riuscita temporaneamente a riequilibrare (4-4) le sorti della partita. Le cose migliori le rossoblù se le sono riservate per il quarto ed ultimo tempo quando, in difficoltà per aver perso per somma di falli elementi come Verducci e Mata’afa, hanno avuto la forza, con Morselli, Budassi e Franci di mantenere inalterato il vantaggio. 
«Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile –il commento del tecnico del team piemontese Rosario Ferrigno– loro hanno iniziato meglio e noi abbiamo impiegato qualche minuto per prendere le misure al loro attacco. Mi è piaciuta la reazione della squadra fino al pareggio e anche la determinazione con cui le ragazze hanno continuato a lottare negli ultimi minuti. Bologna ha fatto la differenza nel terzo quarto, nel quale abbiamo forse difeso meno bene rispetto al solito».

Il Como ha colto tre punti preziosi a Brescia contro una formazione apparsa comunque in crescita nonostante la giovane età di molte delle componenti la rosa e capace, ad un certo punto della gara di riportare il punteggio in parità (5-5). Il tutto però per un breve, brevissimo lasso di tempo, perché il Como, riorganizzato e trascinato da una Lanzoni in gran spolvero (4 reti messe a segno prima di uscire dal campo, infortunata), finisse per mettere in cassaforte il risultato. 
«Posso ritenermi abbastanza soddisfatto, nonostante la sconfitta – questo il commento di coach del Brescia, Edvin Calderara– rispetto alle precedenti uscite, abbiamo fatto passi avanti a livello di gioco e di mentalità, e l’abbiamo fatto contro una squadra forte, più attrezzata di noi. Segnare otto gol a un team come questo, non è male: ci sono ancora ampi margini di crescita e, per questo, dobbiamo essere fiduciosi».

Alle spalle delle prime sgomitano Rari Nantes Imperia, Promogest e Varese Olona.
Le giallorosse di Mercy Stieber hanno centrato la loro prima vittoria esterna della stagione andando ad espugnare, nell’anticipo di sabato, la vasca della Locatelli. L’unico derby ligure del campionato è stato vivace e combattuto almeno sino a quando l’Imperia, in avvio di terzo tempo, non ha piazzato il triplice vantaggio con Rosta, Comba e Accordino. La Locatelli ha provato a rientrare in gara accorciando sino al 7-8 per poi finire però prontamente rintuzzata dal Sowe e compagne.
«Sono contento di essere arrabbiato per il risultato, significa che siamo arrivati molto vicini a fare punti –ha rimarcato a fine partite il tecnico della Locatelli, Stefano Carbone– peccato non essere state più concrete in attacco, ma oggi è stata soprattutto la difesa a non essere stata all'altezza. Però la squadra è stata brava e coraggiosa, in questo le ragazze mi hanno davvero soddisfatto, le ragazze. Spero prima possibile di riuscire ad aiutarle ad essere un po' più continue, l' attenzione fa spesso la differenza, ed oggi non sempre abbiamo letto a dovere le varie situazioni che ci si proponevano. Se sapremo farlo arriveranno presto altre gioie».
 
Vittoria preziosa anche quella della Promogest che ha riscattato la sconfitta patita la settimana precedente a Bologna imponendosi in casa sul Padova. Gara non facile quella delle isolane che sotto di due reti in avvio del secondo tempo, hanno trovato il ritmo giusto e, dopo aver riportato in parità il confronto, hanno finito per aggiudicarselo 11-8. Grandi protagoniste in zona gol, Arbus (5 reti) e Abbate (4). Il Padova rimane ancora al palo, ma le potenzialità non mancano.  
«Affrontare la Promogest in  trasferta non è mai facile –ha fatto sapere l’allenatrice del sodalizio veneto, Galina Rytova– siamo rimati in gara per i primi due tempi mantenendo gli atteggiamenti giusti. Poi abbiamo mollato fisicamente. Comunque bene così. Bene soprattutto Isabella Serafini: due gol per lei ed un match da protagonista».

Il Varese Olona ha centrato la sua seconda vittoria stagionale imponendosi in casa (9-6) sulla Florentia St.. Il match ha preso una piega favorevole a favore delle lombarde di Guido Ferreccio nella fase centrale grazie ai gol di Vidale, autrice di una tripletta, ed ai gol di Daverio, Masiello e Guelfi, rendendo vano ogni tentativo di recupero delle gigliate.

F&D Waterpolis e Tolentino guidano, a punteggio pieno, la classifica del girone Sud.
Le laziali di Daniele Di Zazzo, pur con 12 giocatrici a referto e senza l’apporto, nel finale di De Marchis, furi per limite di falli nella terza frazione e nonostante un errore dai cinque metri di De Cuia, nel secondo tempo, hanno avuto ragione (10-8) della Roma Vis Nova. Decisiva, per le veliterne, i sei gol (sono diventati 19 quelli realizzati nel corso delle prime 3 di campionato) messi a segno dalla cubana Daniuska Carrasco

La terza vittoria stagionale il Tolentino è andato a conquistarla nella vasca del Cosenza imponendosi 9 a 7 al termine di un match caratterizzato da un grande equilibrio (4-4 a metà gara e 6-6 ad inizio della quarta frazione). Decisive, nel finale, una doppietta di Kholi (4 i gol mesi a segno domenica) ed un gol dell’ex De Mari

Giornata positiva, la terza di andata per le due squadre siciliane col Torre del Grifo di Giusi Malato che, al successo esterno col Castelli Romani, ha fatto seguire la prima affermazione interna ottenuta ai danni del Flegreo costretto a rimandare l’appuntamento coi primi punti della stagione. 

Bene anche la Brizz che ha risolto a proprio favore una partita che l’aveva vista perennemente in svantaggio, nei due minuti finali del match coi gol di Giuffrida e di una incontenibile Dorotea Spampinato, autrice di ben 6 reti. Nelle fila del Volturno in gran spolvero Daria Starace che coi 4 gol realizzati domenica ha portato a 12 il proprio bottino personale.   

Terza di andata favorevole anche all’Acquachiara che ha superato (11-9) il Castelli Romani. La compagine di Barbara Damiani ha preso gradualmente il largo portandosi sull’11 a 6 per poi patire il tardivo ritorno della matricola laziale.  

Nella foto un time-out del Varese Olona

10 / 02/ 20