Non c’è dubbio: è Sori-Bologna la partita più attesa della sesta di andata del girone Nord della A2 femminile. La sfida, ricca di contenuti, metterà a confronto le ragazze di Sonia Criscuolo che non hanno ancora perso in campionato e le felsinee di Andrea Posterivo battute sin qui solo dal Trieste. Un solo punto separa le due formazioni, ma la compagine di casa dovrà stare attenta alle avversarie, che stanno dimostrandosi attrezzate. In vasca si affronteranno la miglior difesa (forte della presenza tra i pali della coppia di portieri Falconi - Bianco, che si sono spesso alternate dimostrandosi sempre all'altezza) e il miglior attacco, con Posterivo che può contare sul terzetto Budassi, Verducci, Nicolai, tra le prime tra i cannonieri del girone nord di A2. Due le assenze in casa Sori: quelle di Viola Franci ed Erica Bottiglieri che in virtù delle brutalità comminate loro domenica scorsa hanno rimediato un turno di squalifica.
Avversario inedito invece per la capolista Trieste impegnata nella piscina di Mompiano con la neopromossa An Brescia. Reduci dal successo sul Como che ha confermato la squadra alabardata in vetta alla classifica a punteggio pieno, le alabardate di Ilaria Colautti mirano a portare a sei le vittorie consecutive in campionato. «Scenderemo in vasca come sempre con umiltà e entusiasmo, ma vogliamo prendere il bottino pieno». Conferma l’allenatrice del Trieste che recupera Giorgia Klatowski reduce dalla squalifica. Le lombarde, guidate da Edvin Calderara rappresentano tuttavia un’incognita. Al primo anno in questa categoria, il Brescia fa leva su un gruppo di elementi giovani e talentuose.
Il Padova, che in casa ha sempre vinto, ospita intanto la Locatelli che domenica scorsa, in casa contro il Varese, ha messo a segno la sua prima affermazione stagionale. Mettono in palio punti pesanti, infine, le sfide tra Varese Olona e Lerici e tra Como e Promogest. 

Tutte in trasferta le prime della classe nel girone Sud. Il Cosenza di Francesco Fasanella sarà impegnato in un testa-coda col Messina che occupa attualmente l’ultima posizione di classifica. Flegreo ed Ancona sono invece attesi a due derby.
Le puteolane di Ioannis Koinis faranno visita domenica, all’ora di pranzo, all’Acquachiara di Barbara Damiani che recupera Martina De Bisogno e Antonia Migliaccio e così inquadra la sfida: «I favori del pronostico spettano di diritto alle nostre avversarie: sono avanti a noi in classifica e negli ultimi derby quasi sempre hanno avuto la meglio». Fa eccezione l'11-5 per l'Acquachiara, sempre a Scampia, dello scorso 27 maggio. Della formazione biancazzurra facevano parte Federica Martucci, Camilla Sgrò e Valeria Uccella che invece domenica mattina saranno sulla sponda opposta. Hanno giocato in passato con la calottina del sodalizio napoletano, sia pure per una sola stagione, anche Fabiana Anastasio e Chiara Vitiello.
L’Ancona darà vita, nella vasca del Tolentino  all’inedito derby delle Marche. Le padrone di casa guidate da Lorenzo Bartolo cercano continuità dopo il brillante successo contro il Volturno che ne ha rilanciato le ambizioni di classifica. Il confronto si preannuncia diverso dagli altri: oltre ai valori tecnici ed agonistici, saranno determinanti le ambizioni di primato e la voglia d’imporsi sulle rispettive avversarie. Così vede la sfida la Gloria Pierucci (classe’88) terza stagione al Tolentino, ma cresciuta nell’Osimo Nuoto insieme a diverse giocatrici della Vela quali Pomeri, Di Martino, De Matteis e Quattrini, avendo anche per una stagione l’attuale allenatore anconetano Milko Pace«La Vela ha dimostrato quest’anno, ma anche nelle stagioni precedenti, di essere una squadra molto forte ed organizzata, tecnicamente collaudata e fisicamente pronta. Mi aspetto una partita difficile, dovremo concedere poco e stare molto attente alle loro ripartenze. Tuttavia quando si alza il livello di difficoltà , per noi atleti si presenta l’opportunità di una nuova sfida e intendiamo giocarcela fino alla fine». Per l’alta marchigiana, la Vela Ancona, quello di domenica sarà uno di quegli appuntamenti da affrontare con la massima attenzione puntando sulle proprie qualità, come spiega Milko Pace: «Avere due squadre femminili in A2 nelle Marche è una cosa positiva, che fa onore al lavoro svolto in questa regione. Il Tolentino lo conosco poco, non l'ho mai visto giocare quest'anno, ma sta facendo un percorso più che onorevole. Sicuramente una squadra motivata, che sta andando dritta verso il proprio obiettivo. Noi dobbiamo continuare il nostro percorso, cercando di fare un po' meglio di  sabato scorso contro l'Acquachiara, contro cui abbiamo giocato un po' sottotono rispetto al solito, probabilmente anche per merito delle avversarie. Contro il Tolentino vorrei vedere il nostro gioco e le nostre qualità».
Da seguire anche i confronti di Firenze tra le ragazze di Marta Colaiocco ed il Volturno: match che mette in palio punti preziosissimi per la classifica e di Roma tra Vis Nova e Brizz altre due squadre desiderose di sganciarsi dalle paludi della bassa classifica. 

15 / 02/ 19

Potrebbero interessarti