Si spariglia in zona play off.
Se fino ad ora di pranzo la Canottieri era condannata ad incrociare la Sport Management al primo turno, la sconfitta degli aretusei a Firenze e la vittoria dei giallorossi con il Catania riapre i giochi per le posizioni in griglia. Definita invece quella dei play out con la Lazio che corre a prenotare i biglietti per Sracusa.

Partiamo dall’alto.
Alla Nannini l’Ortigia dopo aver condotto per quasi tre frazioni inspiegabilmente spegne l’interruttore credendo l’incontro terminato alla penultima sirena. Consente alla Florentia di congedarsi dal proprio pubblico con una vittoria che suggella la straordinaria stagione della neopromossa, settimo posto più che ipotecato ormai. Per la squadra di Piccardo un mea culpa grande quanto una casa, compromettere un più agevole accesso alle semifinali scudetto sarebbe veramente un peccato.
Nell’ultima giornata infatti ci sarà lo scontro diretto proprio con la Canottieri, vincitrice anche se con un po’ troppa fatica su un Catania reduce dalla vittoria nella ripetizione del ventunesimo turno di mercoledì contro la Lazio. Hanno pagato la stanchezza gli etnei, ma nessuno toglie loro il gran merito di essere comunque rimasti attaccati al risultato per oltre due tempi, prima che la fatica si facesse sentire (-3 a 8 minuti dal termine). Lo scatto d’orgoglio arriva troppo tardi, quando la Canottieri tira i remi in barca il cronometro non concede più chances di colpaccio.
Ne approfitta il Savona per piazzarsi solitario in quarta posizione con una lunghezza di vantaggio sulle concorrenti. Il calendario è amico dei liguri in questo caso, Torino in 12 a referto depone presto le armi e capitola già a metà gara, servirà ai ragazzi di Angelini molto di più per fare risultato contro la Sport Management sabato prossimo e conservare la piazza.
A proposito di posizioni, la quintultima è definitivamente scongiurata dal Posillipo che festeggia con i propri tifosi nel derby con l’Acquachiara la salvezza diretta dopo la rifondazione dell’ultima estate. Qualche anno fa questa gara assegnò l’Euro Cup, dispiace vedere i nomi dei due team nella parte basa della classifica. Per una napoletana che sorride, quindi, un’altra che dovrà rimboccarsi le maniche e tornare al più presto in massima serie.
La Lazio dicevamo prima. La stanchezza dopo la sconfitta di Catania mercoledi, associata al turno odierno non concedeva speranze, la trasferta bresciana ha fatto raccogliere agli aquilotti solo briciole. La prima parte di gara è stata un fuoco di paglia, si sa, per contenere avversari di altra caratura sei costretto a dare il massimo in ogni azione. Il “core de Roma” ha permesso di tenere fino al 9-8 della penultima sirena, dopo la contesa i muscoli si sono svuotati e il Brescia ha potuto chiudere l’incontro senza patemi. Ma la prova per i capitolini non è da buttare, tutt’altro. Per Brescia confermata la seconda piazza, il prossimo turno contro l’Acquachiara sarà solo formalità.
Sperava in un passo falso dei corregionali la Sport Management, ormai l’accesso diretto alle semifinali play off sfuma a meno di clamori. Gioca come sa contro il Bogliasco per 2 tempi, terza e quarta frazione sono al risparmio con il risultato già acquisito. È stata comunque partita vera, i 4 usciti per somma di falli ne rendono chiara l’idea, Bogliasco dovrà mettercela tutta per salvarsi e queste gare sono ottime per testare la testa prima ancora che il fisico. Anzi, dovrà approfittare del prossimo incontro con i campioni del Recco per continuare sulla falsariga della giornata odierna, ilò risultato ovviamente conterà meno di zero.
Non contava neanche per Trieste ovviamente, ma a differenza della vasca di Bogliasco la gara non c’è stata praticamente mai.
E si arriva all’ultimo turno. Il pathos sarà tutto nelle posizioni dalla terza alla sesta come già illustrato in precedenza. A Savona potrebbero anche accontentarsi di un pari per evitare di giocare 2 volte in una settimana contro la Sport Management, ma il turno non è dei più semplici e proprio i bustocchi, nonostante gli alti e bassi, non sembrano essere l’avversario ideale. Sarà molto più interessante, e altrettanto vero in ogni caso, il match di Siracusa dove sarà ospite la Canottieri. Conservare la seconda piazza per il Brescia in casa dell’Acquachiara non sarà un problema, così come non lo sarà per il Recco contro il Bogliasco. Vorrà congedarsi davanti al proprio pubblico nel migliore dei modi il Catania, Posillipo permettendo, mentre tra Lazio e Trieste sarà una prova generale per il play out. Chiuderà la regular season Torino-Florentia.

12 / 05/ 18