Finalmente la volata. Peccato che i sei posti nella finale siano assegnati da almeno un mese e che la retrocessione diretta fosse decisa da altrettanto. A "stringere i cinghini e fare forza sui pedali" sono solo le quattro squadre che ballano attorno al nono posto, l'ultimo utile per risparmiare il viaggio del dolore la prossima settimana a Torino quando oltre a una Final Six abbastanza scontata si terranno anche i tre match di play out. Il quartetto di squadre che debbono ancora salvarsi arriva alla 26a giornata in fila indiana: Ortigia 23 punti, Torino 22, Roma Vis Nova 21, Lazio 20. C'è poi il Bogliasco che con 19 punti non può arrivare nono ed è quindi costretto a passare dagli spareggi salvezza ma che, al contempo può scegliersi l'avversaria perché affronta alla Caldarella l'Ortigia, ossia quella che apre la colonna delle penitenti. La Roma si interroga su quanto si impegnerà il Savona, che ha diverse assenze e che sta lavorando da giorni per le finali di Torino. La Lazio ha i tre punti in tasca dovendo ospitare il  Quinto. Non si fa grandi illusioni il Torino che se la vede con il Brescia, obbligato a vincere per coltivare una debolissima speranziella di sorpasso, anche se sa bene che la Pro Recco alla Canottieri non lascerà neppure le briciole.

Tentando la sintesi: se l'Ortigia fa valere il valore campo e vince, potrà gioire già sabato sera, in caso contrario si apre una ridda di combinazioni da far fumare anche un pc. A chi ama il calcolo combinatorio è giusto fornire un riassunto delle regole in caso di arrivo a pari punti di due o più squadre (eventualità improbabile, non impossibile). Nel caso di parità tra due squadre si dà preferenza, sino a definizione, nell’ordine alla squadra che negli incontri diretti vanti: a) la migliore sommatoria dei punti in palio; b) la migliore differenza reti nei due incontri; c) il maggior numero di reti segnato nell’incontro vinto; d) la migliore differenza reti generale; e) il maggior numero di reti in generale; f) eventuale spareggio. Nel caso di parità tra più di due squadre si dà preferenza, sino a definizione, nell’ordine alla squadra che vanti: a) la migliore sommatoria dei punti in palio negli incontri diretti delle squadre interessate al ballottaggio; b) la migliore differenza reti nei soli incontri diretti; c) il maggior numero di segnature negli incontri diretti delle squadre interessate; d) la migliore differenza reti generale; e) il maggior numero di reti in generale; f) eventuali spareggi.

Una annotazione non secondaria. Sarebbe inaccettabile per qualunque altro sport che non fosse la pallanuoto che le gare non si disputino alla stessa ora. Torino, Brescia e Lazio andranno in acqua sapendo come sono finite Ortigia-Bogliasco, Vis Nova-Savona e Recco-Canottieri. Fatevi delle domande, datevi delle risposte. 

 

Giornata n.26 del 13/05/2017
  

Roma Vis Nova (p. 21) - RN Savona (p. 38)

Torino 81 (p. 22) - AN Brescia (p. 70)

CN Posillipo (p. 52) - Sport Management (p. 61) 

Pro Recco (p. 72) - Can.Napoli (p. 48)

CC Ortigia (p. 23) - Bogliasco 1951 (p. 19)

 AS Acquachiara (p. 26) - PN Trieste (p. 28)

SS Lazio (p. 20) - SC Quinto (p. 7)

 Nella foto Edoardo Prian che a Siracusa difende la porta del Bogliasco e le speranze delle tre concorrenti dell'Ortigia

11 / 05/ 17

Potrebbero interessarti