Autore


Un ritorno in vasca senza particolari scossoni per le maggiori protagoniste della serie A1 dopo la pausa per la Nazionale impegnata nella Final-Six di Euro Cup a Torino. La 16a e terzultima giornata del massimo campionato femminile di pallanuoto non ha fatto che sancire, attraverso i risultati scaturiti dalle varie vasche, quei rapporti di forza già sanciti, nele parti alte della classifica, nelle settimane precedenti. 
C’è chi ne ha approfittato, come la capolista Orizzonte Catania per sottolineare la propria supremazia imprimendo sul punteggio (in questo caso quello della sfida contro il Rapallo) un peso specifico maggiore. Stessa cosa hanno fatto la SIS Roma impostasi con un ampio margine sul Bogliasco ed il Padova andato ad espugnare la vasca del Nuoto Club Milano.
La vittoria esterna della Rari Nantes Florentia ai danni del Css Verona è servita a sancire l’approdo ufficiale della formazione  di Andrea Sellaroli alla prossima Final-Six scudetto che si disputerà dal 10 al 12 maggio prossimo a Catania.
La 16a giornata ha reso ufficiale anche la retrocessione del Torre del Grifo uscito sconfitta dalla sfida interna con l’F&D H2O con la formazione di Velletri che festeggia un record quello del maggior numero di reti mai messe a segno da una giocatrice in una sola gara di serie A1.
La protagonista in questione è Sara Centanni, 24 anni il prossimo primo agosto, napoletana giramondo che ha giocato nell’Acquachiara, nel Bologna e nella SIS Roma prima di approdare alla corte di Danilo Di Zazzo, assente peraltro domenica, per problemi di salute, e sostituito a bordo vasca da Daniele Di Zazzo.       

Nella foto: Sara Centanni 

07 / 04/ 19