Autore


Plebiscito Padova-Css Verona e Orizzonte Catania –Sis Roma. Sono questi gli incroci delle semifinali scudetto nella A1 femminile.
Sfide infinite dunque per i 4 club destinati a contendersi il tricolore e che, guarda caso, sono l’identica riproposizione delle partite andate in scena sabato 8 maggio in occasione dell’ultimo turno del Preliminary Round Scudetto.
Il Padova, che ha chiuso questo mini torneo al primo posto con 16 punti, frutto di 5 vittorie ed un pareggio, ha avuto ragione (11-6) del Verona che chiude invece il girone all’ultimo posto con un solo punto all’attivo.
Chiude al secondo posto l’Orizzonte Catania che lascia sul campo anche la sconfitta patita in casa ad opera della Sis Roma in occasione dell’ultimo turno del Preliminary Round. Ottime interpreti del match, le giallorosse di Marco Capanna hanno sciorinato espugnato la “Scuderi” con un più che eloquente 5-10, punteggio lontano dalle attese dopo le precedenti belle prove delle isolane che ad Ostia, esattamente un mese fa (il 9 aprile) si agiudicarono (6-5) a spese delle capitoline, la Coppa Italia.
Ancora DUE gare da disputare invece nel Final Round. Si tratta di Trieste-Ancona del 3 aprile e di Bogliasco-Trieste del 24 aprile. 
La classifica potrebbe cambiare ancora anche se le egemonie appaiono abbastanza stabilite. Il turno di sabato ha fatto tuttavia registrare il riscatto del Bogliasco che ha avuto ragione (7-4) della Rari Nantes Florentia e la bella prova della giovane compagine del Trieste che, pur priva di alcune titolari e sostenuta in vasca da un gruppo di “debuttanti”, ha espugnato (9-7) la vasca di un discontinuo Ancona.

Nella foto l'abbraccio delle atlete della RN Florentia

09 / 05/ 21