Vigilia di Pasqua all’insegna della pallanuoto con la A1 femminile in campo per la disputa della terza ed ultima giornata del girone di andata del Preliminary Round Scudetto e del Final Round Out. 
Tutte in vasca quindi le protagoniste del massimo torneo di pallanuoto in attesa, nel prossimo fine settimana, della disputa della Final Six della Coppa Italia in programma al Centro Federale di Ostia.
Final Six a cui nel frattempo sono stati aggiornati gli orari di svolgimento gli orari delle semifinali: il match tra Plebiscito Padova e la vincente di SIS Roma-Trieste è stato anticipato alle ore 15,15, mentre l’incontro tra Orizzonte Catania e la vincente di CSS Verona-RN Florentia si svolgerà alle ore 16,45. 
Le due semifinali e la finalissima del 9 aprile verranno trasmesse in diretta tv su Rai Sport, tutti gli altri incontri della Final Six andranno in diretta streaming su Waterpolo Channel.    

Tra coloro che si affacciano a questo duplice ravvicinato impegno “Campionato-Coppa” c’è il Plebiscito Padova atteso sabato alle 18, alle Monte Bianco, al derby col Css Verona. 
«Vogliamo proseguire il cammino, confermare il nostro stato di forma cercando di vincere, partendo dal presupposto che Verona è un’ottima squadra e che dovremo sudare per vincere una partita non scontata –commenta il tecnico del Padova, Stefano Posterivo– in questa fase sono tutte partite da giocare con molta attenzione, mettendo in acqua le nostre caratteristiche con concentrazione, nonostante le belle vittorie precedenti, ma con la solita attitudine di giocare azione su azione e partita su partita».
Ravvicinato si preannuncia anche l’appuntamento con la finale della Coppa Italia. «Ne siamo i detentori e abbiamo assolutamente voglia di essere protagonisti anche questa volta. Partiremo direttamente in semifinale e attendiamo la squadra vincente tra Roma e Trieste. Saranno anche in questo caso partite impegnative, con squadre cui bisognerà fare massima attenzione, resettando totalmente quelli che sono stati gli scontri precedenti. Si giocheranno due partite in due giorni: partita secca, dentro o fuori, sappiamo bene cosa significa. Non facile confermarsi, ma andiamo a Ostia con la volontà e l’idea di portare a casa il nostro trofeo, così come è nostra solita abitudine, cioè cercare il massimo risultato in ogni competizione. A volte non ci riusciamo, ma l’approccio è sempre quello». 

Tra le gare in programma nella terza giornata di final round spicca quella di sabato pomeriggio alle 14.30 tra Trieste e Vela Ancona.
Nel girone a quattro, playout all'italiana senza retrocessioni, dopo due partite al comando della classifica c'è il Bogliasco con 6 punti, seguito, dalla Florentia a quota 4. Più dietro Vela Ancona con 1 punto. Chiude il Trieste ancora al palo. 
«Giochiamo un campionato anomalo e nella sua anomalia ogni sabato in cui scendiamo in acqua affrontiamo una partita che si gioca gol a gol, nel massimo equilibrio –commenta il trainer delle doriche Milko Pace– è' un aspetto che torna utile a una squadra come la nostra che deve maturare, crescere e giocare spesso questi tipi di partite. Anche perché in questo periodo non abbiamo altre situazioni di prova, non possiamo giocare amichevoli, dunque ogni partita va affrontata come fosse una finale. Ci sono rimaste quattro partite da giocare così, sempre al massimo, a prescindere dalla classifica e dal fatto che non ci sono in ballo retrocessioni».
 

02 / 04/ 21

Potrebbero interessarti