Autore


Conclusa giovedì con la vittoria del Verona ai danni dell’Ancona la “giornata spezzatino”, la A1 femminile torna in vasca per la disputa del terzo turno del girone di andata. In programma cinque gare dall’esito incerto fatta eccezione per Plebiscito Padova Vela Ancona match che vede partire favorite le venete di Stefano Posterivo: due vittorie nelle prime due gare di campionato, contro Rapallo e Florentia.
«Questa è una di quelle partite che per perdere la concentrazione ci vuole un attimo, e noi, tra le due, siamo la squadra che ha più da perdere. Sarà una partita impegnativa, più a livello mentale che fisico». Mette in guardia la squadra il capocannoniere del Padova e, attualmente, del campionato, Chiara Ranalli: otto reti all'attivo, una media di 4 gol a partita. 

Sfida diversa si preannuncia quella tra Orizzonte Catania e Rapallo, match tra due squadre che inseguono obiettivi analoghi –anche se le gialloblù di Luca Antonucci hanno affrontato le prime gare della stagione col freno a mano tirato– e che cosi tratteggia Giulia Gorlero, una delle liguri in vasca con le etnee: «Il campionato, quest’anno, si preannuncia molto più equilibrato degli anni passati e quindi ogni partita dovrà essere affrontata con la giusta carica e determinazione. Col Rapallo sarà una gran bella sfida, perché il sodalizio genovese ha integrato giocatrici esperte e che verranno a Catania per fare bene».

L’avversario della SIS Roma in questo turno si chiama Florentia. Marco Capanna ha chiesto alla sua squadra di evitare di trasformare anche il match con le toscane di Aleksandra Cotti, in una roulette russa, come accaduto sabato scorso col Rapallo. Probabile si assista quindi (gigliate permettendo) ad una partenza forte, sulla falsa riga della gara inaugurale, contro il Trieste.

Esuli a Lodi (sarà la vasca di casa delle meneghine probabilmente per tutto il campionato) le ragazze del Nuoto Club Milano, alla loro seconda gara interna consecutiva (quella scorsa, vinta contro il Bogliasco si è giocata a Busto Arsizio) ospiteranno il Css Verona, squadra che ha dimostrato di possedere ottimi requisiti tali da trasformare il sodalizio scaligero nella mina vagante del torneo. Leonardo Binchi mette in guarda la sua squadra «Conosciamo bene la nostra avversaria. È una buona squadra, molto ordinata e che gioca una pallanuoto semplice ed efficace. L’abbiamo incontrata parecchie volte e sono sempre state partite tirate e non scontate. Per quel che ci riguarda, abbiamo prestato tre giocatrici alla Nazionale: Bianconi, Gragnolati e Anna Repetto e le abbiamo avute con noi solo da mercoledì».

La panoramica sulla terza di andata si conclude col match tra Bogliasco e Trieste, confronto tra due delle quattro formazioni ancora al palo «Sarà a tutti gli effetti uno scontro diretto –commenta Carlotta Malara portiere del Bogliasco: cinque rigori parati nelle prime 4 gare della stagione– dovremo pertanto scendere in acqua convinte di prenderci i tre punti». Sul fronte friulano il commento alla gara è del tecnico Ugo Marinelli: «Andiamo a Bogliasco per fare la nostra partita. Dovremo essere brave a mantenere il controllo del gioco, senza commettere errori. Ovviamente sarà battaglia, per fare risultato servirà un ulteriore salto di qualità da parte di tutte le ragazze».

Nella foto: Aleksandra Cotti a bordo vasca col Firenze di scena sabato in trasferta contro la SIS Roma

18 / 10/ 19