Sono fiumi di adrenalina quelli che si apprestano a correre nelle vene delle giocatrici di Css Verona e F&D H2O Velletri.
Sabato, alla ripresa delle ostilità, dopo la sosta per il raduno della Nazionale che il 6 novembre inizierà la sua avventura in Europa Cup affrontando l’Olanda, le venete di Giovanni Zaccaria e le veliterne di Danilo Di Zazzo faranno il loro debutto interno in un campionato di A1.
Il Verona che ha esordito nel massimo campionato due settimane fa a Padova, ospiterà, sospinta dal calore del proprio pubblico, alla piscina Monte Bianco, il Torre del Grifo (un’altra matricola) in un match il cui esito potrebbe già pesare nell’economia della classifica.
L’F&D H2O, costretta a lasciare la tradizionale piscina Tortuga, teatro di tante importanti vittorie, attende invece ad Anzio la visita delle campionesse d’Italia del Plebiscito Padova: una gara improba dalla quale, dalla propria squadra, in casa laziale attendono esclusivamente segnali di crescita. 
D’altro livello si preannunciano le altre tre partite in programma.
A partire dal derby ligure tra Rapallo e Bogliasco, sfida nella sfida con tante ex in vasca ed un Rapallo che non nasconde, forte della buona impostazione data alla squadra dal trainer Luca Antonucci, ma soprattutto, del  buon rendimento dimostrato sin qui, di voler entrare a far parte a pieno titolo delle candidate alla corsa allo scudetto. Bogliasco permettendo (in questo caso) con le ragazze di Mario Sinatra partite col piede giusto e affermatesi nettamente grazie alle reti di giocatrici come Giulia Millo, Giulia Rambaldi (da quest’anno capitano del sodalizio biancazzurro) e la neozelandese Liana Dance il cui contributo tornerà sicuramente importante per il raggiungimento degli obiettivi fissati dal club del presidente Mirko Prandini
Alla Nannini andrà in scena l’altro atteso confronto, quello tra la Rari Nantes Florentia balzata al comando della classifica dopo la sorprendente quanto cercata e meritata vittoria fatta registrare al debutto in trasferta a Milano e la SIS Roma che è invece incappata, all’esordio stagionale, in un pari, ma che ha già comunque fatto capire quanto importanti possano rivelarsi in chiave campionato gli apportri in vasca di elementi come Izabella Chiappini e Shae Fournier, due frecce importanti all’arco di Marco Capanna.
Meno adrenalina, considerata l’abitudine delle protagoniste a questo tipo di palcoscenico, ma tante aspettative si celano infine sul finto esordio stagionale interno dell’Orizzonte Catania che sabato ospiterà a Nesima il Nuoto Club Milano di Leonardo Binchi. In quella vasca il Catania ci ha giocato (e vinto) già due settimane fa, alla prima di campionato. Allora le rossazzurre protagoniste sabato scorso di una sontuosa presentazione, erano in trasferta, ospiti dell’altra realtà catanese, il Torre del Grifo. 

 

24 / 10/ 18