Tabellini, statistiche e commenti al link ><

Vincono tutte le prime della classe. Chi con forza e potenza come hanno fatto Orizzonte Catania, SIS Roma e Plebiscito Padova, chi in maniera più soft come è accaduto al Rapallo andato ad espugnare la vasca dell’F&D H2O Velletri con un punteggio (7-10) meno pesante di quanto alla vigilia ci si poteva attendere. Merito delle padrone di casa protagoniste di un match intenso, vibrante e combattuto: fino alle ultime battute.

Ed è qui che sono risultati decisivi gli errori sotto porta da parte delle veliterne, mentre è emerso, travolgente e incontenibile, il cinismo delle liguri. Successo ampio e marcato –«Ma meno severo di quello fatto registrare all’andata in Sicilia», come amano rimarcare le etnee– quello messo a segno dalla SIS Roma sul Torre del Grifo. La gara, disputata eccezionalmente al Foro Italico (la tradizionale vasca “di casa” delle giallorosse di Marco Capanna, quella di Ostia, era occupata dai campionati italiani Master di Nuoto) ha visto la SIS Roma prendere subito un marcato vantaggio per poi chiudere la partita con un eloquente 17-4. Assente Izabella Chiappini (in vasca con la calottina numero 11, Alessia Iannarelli, classe 2002: tre reti per lei) sono state otto le giocatrici di movimento andate a segno. Rapallo e Sis Roma torneranno in vasca mercoledì 20 per la disputa del recupero della 10a giornata: match attesissimo e dall’esito del quale dipenderà la formazione griglia dei play-off.
  
Successo ampio anche quello messo a segno dall’Orizzonte Catania –interessatissima a quello che accadrà mercoledì al Poggiolino– ai danni del Bogliasco. Le rossazzurre che ritrovano la vittoria dopo il ko incassato la settimana precedente in casa con la Roma, hanno conquistato tutti i parziali di gioco, chiudendo la gara già a metà partita, in virtù dei primi due tempi vinti 1-6 e 2-4. Anche la terza e la quarta frazione (2-5 e 1-6) sono andate alla squadra guidata da Martina Miceli che ha avuto in Arianna Garibotti (6 reti messe a segno) la miglior realizzatrice. In considerazione della giornata storta delle sue ragazze, il coach del Bogliasco Mario Sinatra ha approfittato per dare spazio ad alcune atlete più giovani, come Giulia Santinelli, Michela Crovetto, Alessia Mauceri, Elena Falconi e la debuttante Johanna Rayner, classe 2004, ennesimo prodotto del floridissimo vivaio levantino.
 
Successo marcato anche quello del Padova che ritrova anch’esso la via della vittoria imponendosi in casa con la Florentia. 10-5 il risultato con la californiana Devin Grab (3 reti) migliore marcatrice tra le venete. Sabato 23 il Plebiscito sarà a Budapest per la partita di andata dei quarti di finale di Euro League contro l’UVSE. Il match di ritorno si disputerà sabato 9 marzo a Padova.

Atteso, tra le gare di sabato, era anche il confronto tra il Nuoto Club Milano ed il Css Verona, match che ha rispettato le attese e che ha visto prevalere (9-10) la compagine di Giovanni Zaccaria. Il colpo vincente delle venete è arrivato nel finale dopo che le padrone di casa, trascinate dal capocannoniere del campionato, Arianna Gragnolati, si erano mantenute sempre avanti o in parità, nel punteggio. Nelle fila del Verona, rimasta all’asciutto Kris Alogbo, a risolvere il match, ad un minuto dal termine sfatando anche il tabù dei gol realizzati in superiorità numerica, è stata la maltese Elena Borg.  

17 / 02/ 19