Autore


Nonostante la festività del Primo maggio, quello scorso, è stato un fine settimana intenso, caratterizzato, in campo femminile, da una serie di recuperi.
Venerdì 30 aprile si è registrato il ritorno al successo della SIS Roma che ha prontamente riscattato la sconfitta patita lo scorso 24 aprile contro il Plebiscito Padova imponendosi  ad Ostia per 13 a 5 sul Css Verona  nel recupero della quarta giornata. Mattatrici nelle fila delle giallorosse, Chiara Tabani, autrice di 4 reti, Giuditta Galardi e la ritrovata Izabela Chiappini che hanno messo a segno 3 reti a testa.   

«Mi è piaciuta la prestazione soprattutto nei primi due tempi dove siamo stati molto compatti e solidi in difesa –ha commentato a margine del match il trainer della Roma, Marco Capanna– inoltre, sempre nei primi due quarti, abbiamo avuto scioltezza in attacco ed intraprendenza. Se all’andata avevamo pareggiato con il Verona, oggi abbiamo espresso una buona partita con un risultato netto e questo ci fa morale e ci da molta soddisfazione».

Nel suo tour de force, il Css Verona ha affrontato, il giorno seguente, sabato Primo maggio, il recupero della seconda giornata facendo visita, alla Scuderi, all’Orizzonte Catania. Il confronto s’è chiuso con la netta affermazione (14-7) delle etnee che hanno così replicato il successo (5-9) conquistato sei giorni prima sul campo delle scaligere. Otto le giocatrici del Catania andate a segno. Tra le veronesi triplette di Roberta Bianconi e Carolina Marcialis.

«Questa vittoria rappresenta un buon viatico per il cammino che ci aspetta –ha sottilineato l’allenatrice del Catania, Martina Miceli– ci stiamo preparando alle sfide più importanti senza fare calcoli. Da ora in poi le partite che giocheremo per noi saranno tutte finali. Lo saranno anche le prossime due, malgrado di fatto non ci sia nulla in palio, e quindi ce le giocheremo al meglio».

Sul fronte veronese, questo il commento del tecnico Paolo Zizza: «Un po' meglio all'inizio rispetto alla gara con la Roma, poi il solito blackout dove concediamo a queste squadre di trovare il gap.  Se vogliamo confrontarci con questi club ai playoff dobbiamo migliorare ed essere impeccabili».

L'ultimo dei recuperi utili per un riallineamento della classifica della Poule Scudetto di A1 femminile è in programma mercoledì 5 maggio quando a Catania (ore 14,30, arbitri: Bianco D. e Ricciotti) si disputerà il confronto tra Orizzonte e Plebiscito Padova.

Per la Final Out si è giocato il recupero del match tra Rari Nantes Florentia e Bogliasco, gara che le gigliate si sono aggiudicate imponendosi 11 a 5. Per la Rari Nantes Florentia si tratta del quinto risultato utile consecutivo della final round. Le ragazze di Aleksandra Cotti salutano Bellariva con la terza vittoria su tre a disposizione. 

«Purtroppo arrivare a giocare una partita così impegnativa nel modo in cui abbiamo fatto noi non è certo l’approccio migliore – lamenta, sul fronte ligure, l’allenatore del Bogliasco, Mario Sinatra – ma le 5 ore e mezza trascorse a bordo di un pulmino non voglio che siano una scusa per giustificare la nostra sconfitta. Quella è figlia soprattutto dei soliti errori che continuiamo a commettere in vasca e che una squadra come la Florentia non ti perdona». 

Domenica 2 maggio si è giocato anche un recupero valido per il campionato di serie A2. Nel girone Centro si è registrato il blitz esterno del Volturno che ha sconfitto a domicilio la capolista Roma Vis Nova per 10-9. Per le sammaritane si tratta della terza vittoria in campionato, seconda esterna.
 

Nella foto: Giulia Viacava (Orizzonte Catania)

03 / 05/ 21